Sicurezza carte di credito

Sicurezza e carte di credito

Sempre più spesso si utilizzano le carte di credito per effettuare pagamenti e transazioni; eppure si ha sempre il sospetto che qualcosa possa andare storto e i pagamenti essere effettuati in maniera errata o addirittura essere vittime di truffe, clonazioni, raggiri.

Quello della sicurezza delle transazioni è un problema che è nato contemporaneamente alla nascita delle prime carte di credito.

I rischi ci sono ma le società finanziare o bancarie che emettono questi comodi e veloci strumenti di pagamento, aggiornano costantemente gli standard tecnologici di sicurezza su ogni tipo di operazione che viene effettuata tramite le proprie carte, a partire dalle interfacce elettroniche che con esse vanno ad interagire:

  • Macchinette POS,
  • Form elettronici ed on line
  • Sportelli bancomat
  • Scontrini di ricevuta
  • Estratti
  • Conservazione delle informazioni e dei dati economici personali
  • Protocolli in caso di smarrimento o furto
  • Autenticazione e protezione del badge
  • e tante altre cose

Oltre alle applicazioni tecnologiche che vengono implementate per proteggere e tutelare il consumatore nell’utilizzo della sua carta di credito, è importante fare attenzione a dei semplici comportamenti pratici quando di questa se ne fa uso, ponendo particolare cura alle varie e semplici procedure di utilizzo quotidiano.

Come migliorare la sicurezza delle propria carta di credito

Innanzitutto una prima regola di base è quella di non fornire i propri dati personali a nessuno specie quando si stia effettuando un pagamento o un prelievo.

La carta esiste proprio per questo motivo, un utilizzo esclusivamente personale, e quindi non bisogna fornire informazioni a nessuno.

Sul retro della carta c’è uno spazio apposito per la firma: è il prima e fondamentale compito che si deve fare quando la si riceve, oltre a custodire la carta con cura e senza cederla a terzi.

Così come non deve mai essere rivelato ad alcuno il PIN di sicurezza o peggio ancora, come spesso succede, appuntarlo su un foglietto in prossimità o allegato alla carta stessa.

Quando si utilizza una carta di credito è anche importante accertarsi di non essere osservati, non far passare più di una volta la carta sul POS, e quando lo si fa si deve sempre essere presenti e attenti.

Tutto questo anche quando poi si firma lo scontrino, che non va mai buttato così come gli estratti, che vanno visionati periodicamente a verifica della correttezza e buon fine di tutte le operazioni e per controllare che non ci siano movimenti strani e non attribuibili alla propria persona.

Quando negli estratti conto sono presenti pagamenti di cui si è all’oscuro, bisogna recarsi immediatamente dal proprio gestore e far presente la situazione.

Può essere molto utile, per scongiurare del tutto questi casi, registrarsi ai servizi di SIM di notifica in caso di addebito sulla carta.

Allo stesso modo quando si utilizza una carta di credito come bancomat, è opportuno accertarsi della riservatezza dell’operazione, specie quando si digita il PIN su tastiera accertandosi che lo sportello non sia in qualche modo manomesso o abbia strumenti aggiuntivi come telecamere o altri apparecchi.

Nel caso la carta non venga restituita bisogna chiamare subito il numero verde dell’istituto di cui si è clienti.

Altri consigli sulla sicurezza riguardano invece l’utilizzo delle carte di credito su internet che spesso è sinonimo, con la complicità di se stessi, di diverse frodi e clonazioni.

È quanto mai opportuno fare acquisti e transazioni soltanto su siti sicuri, conosciuti e visitati da migliaia di utenti, e quindi di aziende affidabili.

Queste infatti devono pubblicare un indirizzo fisico e un numero di telefono fisso.

Non bisogna fidarsi di quelle aziende che pubblicano solo l’indirizzo e-mail o il numero di cellulare.

Così come non bisogna fidarsi delle e-mail che chiedono l’aggiornamento dei dati della propria carta, il cosiddetto phishing: sono solo truffe, non si devono aprire link e allegati di queste email e nemmeno apporre in nessun form i propri dati.

Allo stesso modo quando ci si appresta ad effettuare pagamenti su internet, su siti semplici o di acquisto online, gli e-commerce, bisogna assicurarsi che ci sia l’apposito lucchetto nell’immediata destra della barra degli indirizzi del browser e che al momento della transazione, la stessa barra degli indirizzi visualizzi il protocollo https:// anziché http://, sinonimo, il primo, di transazione sicura.

È opportuno anche in caso di acquisti online, naturalmente, conservare sempre le ricevute di pagamento.

Si tratta di consigli molto semplici e di facile applicazione che se seguiti che possono prevenire seri problemi e ingenti danni alla clientela che utilizza le carte di credito per i propri acquisti materiali e servizi.

Segnaliamo un altro ottimo articolo per difendersi contro frodi, truffe e clonazioni e prestare massima attenzione al problemi relativi alla sicurezza delle carte di credito.

Un articolo dedicato ai tipi di truffe legati all’utilizzo delle carte di credito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *